SKR Angels

 

    Kulturerbe18

  • Buecher
  • Technisches Kulturgut
  • Polster
  • Retusche
  • Bild
  • Moebel Holz

Il conservatore-restauratore

La professione di conservatore-restauratore presuppone conoscenze teoriche nelle scienze naturali, in storia dell’arte e nelle tecniche artistiche, come pure delle abilità manuali e pratiche.

Il lavoro del conservatore-restauratore si articola secondo le seguenti fasi: esame dell’oggetto, definizione dell’obiettivo di conservazione d’intesa con il proprietario o l’interlocutore di riferimento, progettazione dell’intervento, esecuzione dei lavori e documentazione. In linea di massima, va data priorità alla conservazione preventiva anziché all’intervento diretto sull’oggetto. Tutte le fasi del processo decisionale e dell’intervento vengono documentate. Le fasi di lavoro possono variare a seconda della tipologia dell’oggetto e della problematica da affrontare.

Esame dell’oggetto

Untersuchung der MaterialienL’esame consiste nell’analisi della composizione materiale dell’oggetto e del suo stato di conservazione.
Mira a individuare le cause dei danni e dei segni di degrado, identificare precedenti modifiche o interventi sull’oggetto e ottenere informazioni sulla tecnica artistica, l’impiego e la storia.

Prevenzione dei danni

SchadenspraeventionSecondo l‘attuale concezione della tutela dei beni artistici e culturali, occorre innanzitutto prevenire i danni in modo da ridurre al minimo gli interventi diretti sugli oggetti. L’identificazione dei possibili fattori di degrado permette di adottare le misure di prevenzione più adatte per garantire condizioni ottimali di esposizione, preservazione, utilizzo e trasporto.

Conservazione

KonservierungPer conservazione si intendono tutte le attività di stabilizzazione e tutela di un oggetto che ne ritardano l‘ulteriore degrado e garantiscono uno stato di conservazione per quanto possibile intatto. Le misure dovrebbero essere reversibili o quanto meno non pregiudicare futuri interventi.

Restauro

RestauroIl restauro comprende tutti gli interventi e i trattamenti su un oggetto stabile che ne migliorano la fruibilità, la comprensione e la leggibilità. Poiché spesso modificano l’aspetto dell’oggetto e sono irreversibili, gli interventi di restauro richiedono la massima cura in sede di progettazione, giustificazione dell’intervento, esecuzione e documentazione. Esempi di restauro sono: il ritocco di un dipinto, la ricomposizione di una statuetta di porcellana, la ricostituzione di un cesto deformato, l’integrazione e la cucitura di lacune in un tessuto o la reintegrazione di lacune in una pagina di un libro.

Documentazione

DokumentationLa documentazione accompagna tutte le fasi di un intervento di conservazione e restauro e illustra in forma scritta e fotografica le conclusioni dell‘indagine, la progettazione dell‘intervento con la relativa motivazione, il metodo e la portata dell‘intervento di conservazione-restauro nonché l‘elenco dei materiali utilizzati per realizzarlo. La documentazione dev‘essere accessibile per ulteriori attività di ricerca e trattamenti.

Ricerca

RicercaLa ricerca condotta nel settore della conservazione e del restauro, basata sulle conoscenze attuali nelle scienze naturali e umane, consiste essenzialmente in ricerca applicata e di approfondimento di temi specifici. Si tratta spesso dello sviluppo di ricerche e conoscenze acquisite precedentemente in altre discipline e si articola in tre settori: ricerca tecnologica (materiali in uso e lavorazione, inclusa ricerca delle fonti), elaborazione e sviluppo di procedure di conservazione e ricerca fondamentale (effetti degli agenti di degrado esterni sugli oggetti e i materiali di conservazione, la resistenza a lungo termine dei materiali di conservazione).


SKR 50 Jahre Logo

SKR Angels